La presente informativa è resa, anche ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (“Codice Privacy”) 
e degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”), a coloro che si collegano alla presente edizione online del giornale Tribuna Economica di proprietà di AFC Editore Soc. Coop. 

Leggi di più

CCIR

I TWEET

Secondo i dati dell'Istituto delle statistiche albanese, l'interscambio commerciale fra l'Albania e l'Italia, si è attestato a un valore complessivo 1.567 miliardi di euro, registrando una crescita del 2,9% nei primi 7 mesi del 2018 (+45 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), con un disavanzo commerciale in

contrazione a 116,5 milioni di euro (-28,5 milioni di euro). Sulle esportazioni albanesi in Italia, del valore di oltre 725 milioni di euro (in crescita del 5,3%), il 63% circa è rappresentato da prodotti del gruppo "Tessili e calzature", cioè dell'industria manifatturiera, che utilizza materia prima proveniente dall'Italia. Al secondo posto con un incidenza del 12%, i prodotti del gruppo "Materiali edili e metalli", seguito con il 6,7% da "Macchinari, attrezzature e pezzi di ricambio". Per quanto riguarda le importazioni dall'Italia, del valore di 841,9 milioni di euro (+1% e quota del 46,2% sul totale degli acquisti dall'Ue e del 28,6% su quelli dal mondo), prevale lo stesso gruppo "Tessili e calzature" (con il 24,9%) , seguito da "Macchinari, attrezzature e pezzi di ricambio" (con il 19,6%) .L'interscambio globale dell'Albania nei primi sette mesi del 2018 è ammontato a 4,4 miliardi di euro circa (+11,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), con disavanzo commerciale sceso a 1,45 miliardi di euro (-76 milioni di euro). L'interscambio con i paesi UE è prevalente, con una quota del 67,2% sul totale. Le esportazioni albanesi verso il mercato unico, sono salite a 1,13 miliardi di euro, con un'incidenza del 77,2% sul totale del Made in Albania finito all'estero. Mentre le importazioni dai paesi dell'Ue rappresentano il 62,1% del totale. L'Italia rimane il primo partner assoluto con un incidenza del 35,6%, seguita dalla Grecia con il 6,9%, dalla Germania, 6,7% e dalla Cina con il 5,9%.Le esportazioni albanesi sono ammontate a 1,47 miliardi di euro (+16,8% rispetto allo stesso periodo del 2017). Il maggiore incremento è stato registrato nel gruppo "Minerali, combustibili e energia elettrica" (+5,4%), seguito dal gruppo "Materiali edili e metalli" (+4,5%) e "Tessili e calzature" (+4,5%). Le importazioni sono ammontate a 367,3 miliardi di lek (2,92 miliardi di euro), in aumento del 4,8% rispetto allo stesso periodo del 2017. Ad incidere sull'andamento delle importazioni gli acquisti dei prodotti del gruppo "Macchinari, attrezzature e pezzi di ricambio" (+2 per cento), seguiti dai prodotti del gruppo "Minerali, combustibili e energia elettrica" (+1,9 per cento) e del gruppo "Tessili e calzature" (+0,4 per cento).   (ICE Tirana)

 

 

 

EN IT