CCIR

I TWEET

prossimo Rapporto-Paese di @TribunaEconomic #Visegrad pubblicazione 29 ottobre link al banner informativo:… https://t.co/fot2jLwP66
RT @ItalyMFA: Presentato a #SGLI2018 il rapporto sulla diffusione dell’Italiano nel mondo🇮🇹📒Con oltre 2 mln di studenti in 115 Paesi (+3,85…
Aumentano i rischi per l’#economiaglobale secondo #Bankitalia. Italia, elevato attivo delle partite correnti https://t.co/EbM3xf07zC
Al via il primo osservatorio italiano dedicato all’ #antiriciclaggio che raccoglie da tutta Europa… https://t.co/FXpISldHpj

Un totale di 105 investitori stranieri hanno chiesto alla Jordan Investment Commission (JIC) di ottenere la nazionalità giordana o la residenza permanente, segnando un aumento del 35% rispetto al mese precedente. Il Consiglio dei Ministri a febbraio ha stabilito quattro condizioni

per garantire la cittadinanza degli investitori o la residenza permanente, offrendo agli investitori una scelta tra diversi scenari. Uno scenario include un deposito di $ 1,5 milioni a tasso zero per cinque anni presso la CBJ, o l'acquisto di titoli del Tesoro valutati allo stesso importo a un tasso di interesse che sarà deciso dalla CBJ per un periodo non inferiore a 10 anni. La terza opzione per un investitore consiste nell'acquistare titoli, anch'essi dal valore di $ 1,5 milioni, da un portafoglio di investimenti attivo, mentre possono investire $ 1 milione in PMI per almeno cinque anni per ottenere la cittadinanza giordana. Il quarto scenario è un investimento di $ 2 milioni in qualsiasi sede del paese, o $ 1,5 milioni se il progetto è registrato in un governatorato diverso da Amman, a condizione che tale progetto crei almeno 20 opportunità di lavoro e resti operativo per almeno tre anni. Per ottenere la residenza permanente, qualsiasi cittadino non giordano può acquistare una proprietà non inferiore a JD200.000, a condizione che il Dipartimento Lands and Survey ne confermi il valore, e che per 10 anni non venga venduta e/o smaltita la proprietà`. (ICE AMMAN)

EN IT